Rispetto par condicio

E' affidata al Corecom la vigilanza sul rispetto della par condicio sia nei periodi elettorali, sia nei periodi non interessati dalle campagne elettorali o referendarie. L'attività di controllo prevede il visionamento sistematico di una serie di programmi di informazione e di approfondimento, individuati su ogni emittente. Nei periodi elettorali, l'attività di vigilanza e controllo in materia si intensifica secondo quanto predisposto dalla L. 28/2000 e successive modifiche.

Riferimenti normativi
- L. 28/2000 “Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica” così come modificata dalla L. 313/2003 “Disposizioni per l’attuazione del principio del pluralismo nella programmazione delle emittenti radiofoniche e televisive locali”.

- Delibera dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni n. 200/00/CSP "Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione nei periodi non elettorali".

- Delibera dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni n. 22/06/CSP "Disposizioni applicative delle norme e dei principi vigenti in materia di comunicazione politica e parità di accesso ai mezzi di informazione nei periodi non elettorali".

- Codice di autoregolamentazione delle emittenti radiotelevisive locali.

- Delibera sulle tribune politiche tematiche regionali. Delibera approvata dalla Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi il 15 maggio 2002 e modificata al comma 1, dell'art. 2, il 16 ottobre 2002.